detraizoni

Con l’approvazione della Legge di Bilancio 2018 la detrazione fiscale scende al 50% fino al 31 Dicembre 2018.
Ecco alcune novità:

la detrazione 50% è estesa anche alle schermature solari esterne: è quindi possibile detrarre anche solo le persiane
la detrazione sale fino al 75% se l’intervento riguarda il condominio
l’ecobonus sale al 70% se i lavori di riqualificazione energetica hanno un’incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda dell’intero edificio
la detrazione sale al 75% se gli interventi miglioreranno la prestazione energetica estiva oltre che quella invernale

DI COSA SI TRATTA?
L’agevolazione fiscale consiste in detrazioni dall’IRPEF (Imposta sul reddito delle persone fisiche) o dall’IRES (Imposta sul reddito delle società) ed è concessa quando si eseguono interventi che aumentano il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti, quali ad esempio serramenti e porte blindate.

I prodotti acquistati devono rispettare i requisiti di TRASMITTANZA TERMICA richiesti dal Ministero delle Economie e delle Finanze, in base alle differenti zone climatiche di riferimento.

CHI SONO I BENEFICIARI?
Possono usufruire della detrazione tutti i contribuenti residenti e non residenti, anche se titolari di reddito d’impresa, che possiedono, a qualsiasi titolo, l’immobile oggetto di intervento.

In particolare, sono ammessi all’agevolazione:

le persone fisiche, compresi gli esercenti arti e professioni;
i contribuenti che conseguono reddito di impresa (persone fisiche, società di persone, società di capitali);
le associazioni tra professionisti;
gli enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale.
Tra le persone fisiche possono beneficiare della detrazione anche:

i titolari di un diritto reale sull’immobile (es. usufrutto, uso, abitazione o superficie);
i condòmini, relativamente ad interventi su parti comuni condominiali;
gli inquilini;
i comodatari.
Sono ammessi a fruire della detrazione anche i familiari conviventi con il possessore o il detentore dell’immobile oggetto dell’intervento (coniuge, parenti entro il terzo grado e affini entro il secondo grado) che sostengono le spese per la realizzazione dei lavori.

QUALI SONO I REQUISITI PER POTER USUFRUIRE DELLA DETRAZIONE?
La detrazione si può richiedere per la sostituzione di vecchi infissi, e può includere anche la sostituzione delle chiusure oscuranti(scuri, persiane e cassonetti). Si detrae l’importo IVA inclusa. Non vale per l’installazione di nuovi serramenti.
I locali oggetto di intervento devono essere riscaldati
L’immobile deve essere accatastato
I serramenti devono avere una trasmittanza minore o uguale a quella prescritta dalla normativa nazionale (Piemonte zona E < 1.8 W/m2K, zona F < 1.6 W/m2K) QUALI SONO I DOCUMENTI NECESSARI? la certificazione del produttore dell’infisso nella quale deve essere indicato il valore di trasmittanza dei nuovi serramenti (ricavato dalla documentazione tecnica in possesso del cliente evidenziando che i serramenti rispettano il valore di trasmittanza limite) un documento che attesti il valore di trasmittanza dei vecchi infissi QUALI SONO I DOCUMENTI DA CONSERVARE? fatture relative alle spese sostenute, che rechino chiaramente separata la voce “manodopera” da quella delle opere; ricevuta del bonifico bancario o postale (modalità di pagamento obbligata), che rechi chiaramente come causale il riferimento alla legge finanziaria 2007, numero della fattura e relativa data, oltre ai dati del richiedente la detrazione e del beneficiario del bonifico ricevuta dell’invio effettuato all’ENEA (codice CPID) dell’Allegato F, che costituisce garanzia che la documentazione è stata trasmessa. PER INFORMAZIONI CHIAMARE PRESSO I NOSTRI UFFICI

Share this post